martedì 10 marzo 2009

Blitz di Greenpeace al Consiglio europeo

Blitz di Greenpeace al Consiglio europeo, dove è in corso la riunione dei ministri finanziari dell'Ue. Un centinaio di manifestanti, dopo aver protestato per tutta la mattinata sotto la pioggia, si sono improvvisamente diretti verso tutte le entrate dell'edificio, sia quelle principali che quelle laterali, riuscendo a bloccare i passaggi. Per una ventina di minuti è stato assolutamente impossibile entrare o uscire dal palazzo del Consiglio Ue.

Bloccati anche i ministri, visto che all'ingresso vip - quello riservato all'accesso delle auto blu - alcuni attivisti si sono incatenati al cancello. Centinaia di agenti di polizia sono tuttora impegnati nel tentativo di rendere accessibili gli ingressi, per permettere anche alle centinaia di giornalisti presenti di uscire. Molti i manifestanti portati via di peso. Finora, comunque, non si registra alcun incidente. La protesta di Greenpeace è per denunciare l'azione dell'Ue sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici, giudicata del tutto insufficiente.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget